In questa sezione riportiamo una serie di valutazioni, informazioni e link utili a supporto delle imprese che operano o sono interessate ad avviare rapporti commerciali con i mercati esteri. Nel corso delle trattative con un operatore straniero è bene valutare una serie di dati per scegliere il miglior mezzo di pagamento che la situazione concreta consente. Un esempio: raramente ci si informa sui costi e sui tempi di un’eventuale causa nel paese della controparte. Eppure ciò sarebbe estremamente utile; basti pensare come diversi possono essere scenari legali col Medioriente, con gli Stati Uniti d’America, o con i paesi situati in Estremo Oriente. Alcuni aspetti che un’impresa dovrebbe considerare:

  • Le forme di prevenzione del rischio politico di mancato pagamento. Per rischio paese/politico s’intende la probabilità del mancato incasso dei crediti derivati da un’operazione commerciale con l’estero a causa di eventi politici, sociali, economici, finanziari del Paese del partner.
  • La solvibilità della controparte. Il rischio di mancato incasso del credito può dipendere dalla scarsa solvibilità del partner straniero o dalla sua mala fede o, ancora, dalla sua litigiosità. Un primo strumento per prevenire il rischio commerciale consiste nel raccogliere una sufficiente quantità di informazioni sul partner estero: condizioni di liquidità, beni di cui è proprietario, abitudini in fatto di pagamenti, eventuali cause in corso nei suoi confronti. Tali informazioni possono essere reperite presso varie fonti, con diverso grado di precisione e di attendibilità (spesso commisurato al loro costo):
    • la ricerca, più economica ma meno affidabile, via Internet;
    • la ricerca, più attendibile anche se non completa, attraverso società che offrono tali servizi a pagamento in rete;
    • la ricerca più dispendiosa di informazioni attraverso le banche del partner o i fornitori;
    • la ricerca, ancor più solida e attendibile mediante una società specializzata nel paese della controparte.

(Un ulteriore strumento indiretto, ma efficace, per otte nere informazioni attendibili consiste nel proporre a una compagnia di assicurazioni di coprire il rischio commerciale relativo al cliente estero).

  • Il contratto (legge applicabile, foro competente e eseguibilità delle sentenze, strumenti di pagamento). E’ opportuno stabilire preventivamente la legge applicabile al contratto, finalizzata a dirimere eventuali controversie.

Iccrea Holding o le Società del Gruppo bancario Iccrea hanno realizzato un portale dedicato per fornire un supporto e un’adeguata consulenza alle imprese. Nel portale ForEstero sono riportati i prodotti, gli accordi e le alleanze concluse con una serie di soggetti pubblici o privati, italiani o esteri, nazionali o internazionali al fine di sostenere l’operatività con l’estero ed i progetti di internazionalizzazione delle imprese socie e clienti delle Banche di Credito Cooperativo. Disponibili informazioni sui Paesi in cui il Gruppo Bancario Iccrea opera, sui Rischi Paese e le aree strategiche di interesse.

Sito ForEstero Iccrea

 

 

 

 

Di seguito riportiamo altri link utili 

SITI LOCALI

regione.marche.it

sprintmarche.it

SITI ISTITUZIONALI

sace.it

simest.it

esteri.it

assocamerestero.it

ice.gov.it

infomercatiesteri.it

incoterms 2010

 

 

 

 

 

 

 





© 2019 _ BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEL METAURO SOCIETA' COOPERATIVA ADERENTE AL GRUPPO BANCARIO COOPERATIVO ICCREA  Via Matteotti 4- loc. Orciano - 61038 TERRE ROVERESCHE (PU) - Tel. 0721.989701  Indirizzo posta elettronica certificata: bccmetauro@legalmail.it -  Iscritta all’Albo Cooperative n. AI60977 - Iscritta all'Albo Imprese Creditizie Cod. ABI 8700/7 - Iscritta all’Albo delle banche e aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea iscritto all’Albo dei Gruppi Bancari con capogruppo Iccrea Banca S.p.A., che ne esercita la direzione e il coordinamento. Società partecipante al Gruppo IVA Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, Partita IVA 15240741007-  Registro Imprese di Pesaro C.F. 81004820411 - CCIAA REA PU n. 2183 - Aderente al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti del Credito Cooperativo (FGO), al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo(FGD), al Fondo Nazionale di Garanzia (FNG).